Tomba di un sovrano Maya trovata in Guatemala.

Il Ministero della Cultura e dello Sport del Guatemala ha annunciato che la tomba del sovrano Maya, scoperta questa estate e appartenente al periodo Maya Classico della città di Waka’ nel nord del Guatemala, è la tomba reale più antica scoperta nei pressi del sito.

Il co-direttore David Freidel, professore di antropologia alla facoltà di arte e scienze dell’Università di Washington in St. Louis ha annunciato:

Nel periodo Maya Classico le divinità erano venerate e trattate come anime viventi dopo la morte.

Questa tomba del sovrano ha contribuito a rendere santa la terra del palazzo reale, un luogo maestoso, prima della dinastia Wak-centipede. Proprio come gli antichi re Sassoni d’Inghilterra sepolti a Old Minister, l’originale chiesa che si trova sotto la Cattedrale di Winchester.

La tomba, rinvenuta dagli archeologi guatemaltiani del U.S.-Guatemalan El Perú-Waka’ Archaeological Project (Proyecto Arqueológico Waka’, or PAW), è stata datata provvisoriamente tramite l’analisi delle ceramiche al 300-350 d.C., rendendola la tomba reale più antica della regione nord-occidentale di Petén nel Guatemala.

Precedenti ricerche al sito hanno rivelato sei tombe reali e offerte sacrificali interrate risalenti al quinto, sesto e settimo secolo d.C.

L’Acropoli del Palazzo della città Maya di El Peru-Waka nel nord del Guatemala

L’Acropoli del Palazzo della città Maya di El Peru-Waka nel nord del Guatemala

Il Perù-Waka’ è all’incirca a 40 miglia a ovest rispetto al famoso sito Maya del Tikal vicino al fiume San Pedro Martir nella laguna del Tigre National Park. Nel periodo Classico, questa città reale comandava le maggiori vie commerciali che vanno dal nord al sud e dall’est all’ovest.

I ritrovamenti, inizialmente rivelati a una conferenza del Guatemala sponsorizzata dal Ministero della Cultura, suggeriscono che la nuova tomba, conosciuta come “Sepoltura 80“, risale ai primi anni della dinastia reale Wak (centipede in lingua Maya).

In base a calcoli riguardanti un testo storico rinvenuto sul sito, si pensa che una delle prime dinastie Maya conosciute, i Wak, si stabilì nel secondo secolo d.C.

La squadra di ricerca suggerisce che nonostante il sovrano della Sepoltura 80, identificato come un uomo adulto, non fosse accompagnato da alcun artefatto iscritto e sia quindi anonimo, probabilmente si tratta del Re Te’ Chan Ahk, uno storico re Wak che regnò nei primi anni del IV secolo d.C.

Freidel ha diretto la ricerca in questo sito in collaborazione con gli archeologi guatemaltiani e stranieri dal 2003.

Mappa del mondo Maya

Mappa del mondo Maya

Gli antropologi Juan Carlos Pérez Calderon dell’Università di San Carlos in Guatemala e Damien Marken dell’Università di Bloomsburg in Pennsylvania sono co-direttori di progetto. Olivia Navarro-Farr, assistente di professione presso il College of Wooster in Ohio, è co-investigatore principale e supervisore a lungo termine del sito.

Calderon e gli archeologi guatemaltiani Griselda Pérez Robles e Damaris Menéndez hanno supervisionato gli scavi del tunnel all’interno dell’Acropoli del Palazzo che hanno portato alla nuova tomba.

L’identificazione della tomba come sepoltura reale si basa sulla presenza di una maschera di giada che ritrae il sovrano con sulla fronte il segno del Dio Maize. I sovrani Maya erano rappresentati regolarmente come personificazioni del Dio Maize. Il segno presente sulla fronte consiste in una “Croce Greca” unica nel suo genere, simbolo che significa “Giallo” e “Prezioso” in antico Maya. Questo simbolo è anche associato al Dio Maize.

Robles e Menéndez hanno scoperto la maschera sotto la testa del sovrano e potrebbe essere stata fatta per coprire il volto piuttosto che per fungere da pettorale. Negli anni ’60, gli archeologi di Tikal hanno scoperto una maschera simile in pietra verde in una delle prime tombe reali Maya, datata al primo secolo d.C.

Le altre offerte rinvenute nella Sepoltura 80 comprendevano 22 vasi di ceramica, conchiglie di Spondylus, ornamenti di giada e un ciondolo di conchiglia intagliato a forma di coccodrillo. I resti del sovrano e alcuni ornamenti come la maschera erano dipinti di rosso. Dopo il 600 d.C. qualcuno è rientrato con riverenza nella Sepoltura 80 almeno una volta, ed è possibile che le ossa furono dipinte in questo momento.

Sepoltura 80 durante gli scavi. Coppa in pietra al centro circondata da ossa

Sepoltura 80 durante gli scavi. Coppa in pietra al centro circondata da ossa

 

 

Fonte e immagini: Phys.org
Per l’articolo in lingua originale clicca qui.

Edoardo Calvino

Edoardo Calvino

Sin dall'adolescenza, l'arte e la fotografia sono state le mie due linee guida per diventare ciò che sono. Il tutto amalgamato con letture e approfondimenti sulle diverse culture che hanno plasmato le nostre tradizioni affermando la nostra storia. Cosa il futuro abbia in serbo per me, questo non posso saperlo, ma so che finché ci sarà voglia e determinazione nell'affrontare le cose, nulla potrà fermarmi.

Potrebbero interessarti anche...