Dissotterrato sarcofago intatto del cantante del Dio Amon.

Durante i lavori di restauro alla tomba Amenhotep Huy a Qurnet Marei, in zona Assassif, sulla riva occidentale di Luxor, la missione archeologica Spagnola Egiziana è inciampata su ciò che si crede essere il sarcofago di cantante del dio Amon.

Il sarcofago è stato ritrovato intatto e datato al Terzo Periodo Intermedio (1100 - 900 a.C.) [Crediti: Ahram Online]

Il sarcofago è stato ritrovato intatto e datato al Terzo Periodo Intermedio (1100 – 900 a.C.) [Crediti: Ahram Online]

Il Ministro delle Antichità, Mamdouh Eldamaty, ha comunicato al quotidiano Ahram Online che il sarcofago è ben conservato ed in buone condizioni, e soprattutto ospita la mummia del defunto. Inoltre, ha continuato dicendo che finora il nome del proprietario del sarcofago non è ancora stato rivelato, ma ch’esso è stato datato al Terzo Periodo Intermedio (1070 – 900 a.C.).

Il sarcofago è caratterizzato da uno stile unico che era comune durante il regno della XXI dinastia.

Si tratta di un esempio unico per questa tipologia di bare dell'Antico Egitto, in particolare della XXI Dinastia. [Crediti: Ahram Online]

Si tratta di un esempio unico per questa tipologia di bare dell’Antico Egitto, in particolare della XXI Dinastia. [Crediti: Ahram Online]

Il direttore generale delle antichità dell’Alto Egitto, Abdel Hakim Karrar, ha spiegato che il sarcofago è lavorato in legno e ricoperto con intonaco decorato con scene rappresentanti diversi dei egiziani, fra cui Toth, Anubi, Osiride, Iside ed i quattro figli di Horus. Il testo geroglifico è inciso sul sarcofago ed è in corso di analisi per ottenere informazioni riguardanti l’identità del defunto.

Karrar ha anche comunicato che la mummia del defunto è stata trovata all’interno del sarcofago, avvolta nel lino e che la sua faccia era coperta da una maschera. Inoltre, è stata anche ritrovata una collana rituale sul suo torace, ed una parrucca decorata con una corona di fiori sopra la testa.

 

Per leggere l’articolo in lingua originale: Ahram Online.

Diana Civitillo

Diana Civitillo

So di non sapere. Il costante arricchimento intellettivo è una delle migliori soddisfazioni nella vita. Laureata in Elamico (Archeologia: Oriente e Occidente) e in Letteratura Italiana (Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali) e appassionata di storia, archeologia, letteratura, arte. Insomma, della vera sostanza dell’esistenza!

Potrebbero interessarti anche...